Come trattare naturalmente il disturbo ossessivo-compulsivo

Volto di donna

Il disturbo ossessivo-compulsivo viene trattato con una combinazione di: supporto psicologico, in alcuni casi uso di farmaci, strategie utili per ridurre l’ansia e supporto sociale e familiare continuo. L’obiettivo è quello di aiutare qualcuno a conoscere i propri schemi di pensiero, iniziare a riconoscere quando le paure sono irrazionali e poi a bloccare gradualmente i comportamenti compulsivi che formano rituali / abitudini che spingono ulteriormente l’ansia.

Molti pazienti affetti da OCD tendono a fare affidamento solo sui farmaci per controllare i sintomi, ma gli studi hanno dimostrato che il farmaco di solito non risolve i problemi di fondo associati al disturbo ossessivo compulsivo, specialmente quando non è combinato con la terapia e i cambiamenti dello stile di vita. L’uso di farmaci psicotropi porta spesso alla ricorrenza dei sintomi e può anche causare complicazioni (come depressione, disturbi del sonno, cambiamenti nell’appetito / peso corporeo e cattivo funzionamento digestivo).

Alcuni studi hanno rilevato che circa il 90 % di tutte le persone con disturbo ossessivo compulsivo che fanno affidamento esclusivamente sulla terapia farmacologica (assunzione di farmaci) ha un ritorno completo dei sintomi del disturbo ossessivo-compulsivo quando smettono di prendere le loro prescrizioni. Al contrario, alcune tecniche di terapia utilizzate in combinazione con i cambiamenti dello stile di vita possono offrire sollievo a lungo termine per i sintomi DOC, senza effetti collaterali, oltre il semplice controllo delle compulsioni.

Gli studi dimostrano che gli interventi terapeutici e il supporto sociale, senza alcun tipo di terapia, addirittura modificano positivamente la struttura fisica del cervello nelle persone con DOC. Uno studio pubblicato sul Giornale dell’Associazione Medica Americana ha rilevato che dopo 10 settimane di trattamenti strutturati di esposizione e prevenzione della risposta e trattamenti cognitivi, la maggior parte dei pazienti con DOC mostrava miglioramenti significativi in ​​alcuni processi cerebrali (diminuzioni bilaterali nei tassi metabolici del glucosio caudato) e migliore controllo sui pensieri e sulle compulsioni OCD.

Di seguito sono riportati alcuni degli approcci terapeutici meglio studiati e vantaggiosi per il DOC:

Terapia cognitivo-comportamentale (CBT)

medico che scrive al computer

La CBT è una delle principali tecniche terapeutiche utilizzate per il trattamento dell’OCD. La terapia cognitivo-comportamentale è ora utilizzata al posto della psicoanalisi tradizionale e di molte altre forme di terapia, perché i ricercatori hanno appreso negli ultimi 15 anni che altre tecniche di solito hanno poco impatto sulle cause alla base del disturbo (pensieri e paure ruminanti) e sui suoi sintomi. Molti studi hanno scoperto che la CBT è altamente benefica per le persone con DOC anche senza bisogno di farmaci, e può avere un impatto drammatico sulla qualità della vita di qualcuno entro un periodo di tempo relativamente breve.

Nella psicoterapia tradizionale, i problemi e il passato del paziente vengono solitamente discussi, in particolare la loro precoce vita familiare e le relazioni, ma nei trattamenti CBT sia il paziente che il terapeuta assumono ruoli attivi nello scoprire le credenze che si stanno vivendo. La CBT è meno preoccupata del passato e più interessata a guardare il “presente”. L’idea è che un paziente prima deve conoscere le proprie convinzioni e ciò che sta guidando le proprie compulsioni (sia che si tratti di paura che di rifiuto, malattia o danno) al fine di gestire i propri comportamenti.

Uno degli strumenti principali utilizzati nella CBT è chiamato “Esposizione e prevenzione della risposta” (ERP), a volte chiamato anche ” terapia di esposizione”, che espone gradualmente il paziente alle sue paure con il supporto del terapeuta. Un’altra pratica è “l’esposizione immaginale”, che coinvolge l’imaging del cliente per entrare in contatto con le loro paure ed evitare le compulsioni (come non controllare, organizzare o contare qualcosa) in modo da poter vedere come gestire la situazione in futuro.

Ridurre l’ansia

Ansia

L’ansia generale e la paura per le conseguenze che deriveranno dall’assenza di compulsioni sono alla base del DOC, quindi ridurre lo stress e l’ansia è fondamentale. Alcune abitudini dello stile di vita promuovono o riducono l’ansia, specialmente quelle relative alla dieta, al sonno, al livello di attività fisica, alla capacità di gestire lo stress e le loro relazioni.

  • Una dieta sana:  una dieta non sana può contribuire all’ansia aumentando l’infiammazione, che altera le strutture cerebrali e le funzioni del neurotrasmettitore. Una dieta povera può anche aumentare l’umore e l’affaticamento, portare ad un aumento di peso e portare ad alti livelli di zucchero nel sangue che causano sentimenti di nervosismo. Cibi anti-infiammatori, grassi sani, carboidrati non raffinati e proteine ​​sono importanti per il neurotrasmettitore che sintetizza e bilancia l’umore di qualcuno e la risposta allo stress. Alcuni dei migliori alimenti per l’ansia includono: alimenti ricchi di vitamine del gruppo B (come manzo nutrito con erba, pesce pescato, pollame , lievito di birra e verdure a foglia verde), cibi ad alto contenuto di antiossidanti (come verdure fresche e frutta), latticini crudi, cibi con grassi Omega 3 (specialmente pesce pescato come il salmone), grassi anti-infiammatori come cocco e olio d’oliva e cibi ricchi di magnesio (come verdure a foglia verde, noci, avocado e verdure di mare). Gli alimenti che possono contribuire all’ansia includono: zuccheri aggiunti, carboidrati raffinati, alcol e caffeina, grassi raffinati come la maggior parte degli oli vegetali e grassi trans e snack elaborati e confezionati che sono ricchi di additivi artificiali. Assunzione di integratori come le erbe adattogene per abbassare il cortisolo che possono essere utili.

  • Esercizio: l’esercizio fisico regolare aiuta il cervello a gestire lo stress e la paura in modo più sano. L’esercizio fisico è un ottimo modo per aumentare la fiducia e l’autostima, è totalmente gratuito, disponibile per tutti e produce benefici per l’intero corpo e la mente. È anche un buon modo per migliorare la qualità del sonno, ridurre l’infiammazione, avere un obiettivo gratificante su cui lavorare e può essere fatto con altre persone o familiari. Le persone con DOC e altre forme di ansia possono anche trarre benefici da esercizi che promuovono il rilassamento, come lo yoga o il tai chi (che legano mente e corpo), tecniche di respirazione profonda e altre forme di gestione dello stress che abbassano la tensione muscolare e aiutano a controllare i pensieri.

  • Riposare e dormire abbastanza: Secondo una ricerca fatta dall’Università di Berkeley, la privazione del sonno aumenta l’ansia ed è collegata a più alti tassi di disturbi d’ansia. Una mancanza di sonno aumenta gli ormoni dello stress come il cortisolo e l’adrenalina, che possono influenzare negativamente l’umore di qualcuno e interferire con la normale chimica cerebrale. La maggior parte degli adulti ha bisogno di sette o nove ore di sonno per notte per gestire lo stress, equilibrare gli ormoni, prevenire l’affaticamento e controllare i loro stati d’animo.

  • Meditazione: uno studio del 2008 che è stato pubblicato sul Giornale delle Malattie Mentali e Nervose ha rilevato che la meditazione e la consapevolezza sono le pratiche che hanno contribuito a migliorare in modo significativo i sintomi del disturbo ossessivo-compulsivo in modo completamente naturale e in un breve lasso di tempo. Lo studio pilota controllato ha testato gli effetti di un intervento di consapevolezza sui sintomi del disturbo ossessivo-compulsivo (OCD) e testato i processi psicologici che potrebbero mediare tali effetti. I partecipanti con sintomi OCD hanno ricevuto un allenamento di consapevolezza o sono stati messi in lista d’attesa. Il gruppo di meditazione ha partecipato a otto riunioni di gruppo per apprendere la respirazione meditativa, la scansione del corpo e consigli di vita quotidiana. I risultati hanno evidenziato che l’intervento di consapevolezza riduce i sintomi di DOC nella maggior parte dei partecipanti e può servire come terapia alternativa efficace, sicura e a basso costo per il DOC. Altre pratiche di meditazione e consapevolezza, inclusa la “terapia cognitiva basata sulla consapevolezza” (un programma di terapia di gruppo di otto settimane), hanno dimostrato l’efficacia in diversi disturbi d’ansia e mentali, incluso il DOC. Gli studi dimostrano che i partecipanti apprezzano questo tipo di programma di trattamento per la sua utilità nell’affrontare le loro spiacevoli emozioni, permettendo alle paure di emergere e passare, e per aiutarli a vivere più consapevolmente nel presente con meno sintomi e compulsioni emergenti e controllando i loro comportamenti.

Supporto sociale continuo

Tante persone

Il sostegno sociale continuo da parte di familiari, amici o terapisti professionisti sembra giocare un ruolo importante nell’aiutare qualcuno a superare il disturbo ossessivo compulsivo e prevenire le recidive, poiché le relazioni e le connessioni funzionano come antistress naturali. Molte persone con DOC si sentono isolate, sole, imbarazzate o arrabbiate per la loro condizione, quindi, conoscere le cause alla base del disturbo ossessivo compulsivo e trovare supporto è la chiave per ridurre i sentimenti di impotenza e isolamento (come “perché io?”).

Se pensi che potresti avere l’OCD, scopri le cause del DOC, i fattori di rischio, i segnali di allarme precoce e i piani di trattamento. Considera l’opportunità di unirti a un gruppo di supporto locale o di connetterti con persone online. Investi la tua energia e attenzione in altre cose gratificanti come hobby, relazioni, percorso di carriera o fede.

Fonte:https://draxe.com/obsessive-compulsive-disorder/