Quali vantaggi offre la Musicoterapia a chi soffre d’ansia e depressione?

donna di spalle che si abbraccia

Si ritiene che la musica sia stata utilizzata fin dall’inizio del tempo per aiutare gli esseri umani a gestire i sentimenti difficili e a connettersi meglio l’uno con l’altro. A causa della sua forte e immediata influenza sulle nostre emozioni, unita alla sua capacità di aumentare naturalmente i neurochimici, incluse le endorfine ” e il sentirsi bene”, la musica viene ora aggiunta a molti programmi di riabilitazione in tutto il mondo.

La musicoterapia (MT), anche comunemente denominata musicoterapia attiva o terapia musicale passiva in molti studi, ha dimostrato di migliorare il controllo motorio e le funzioni emotive in pazienti con una vasta gamma di malattie o disabilità. Dai casi di schizofrenia alla malattia di Parkinson, gli interventi musicali sembrano aiutare a ridurre naturalmente i sintomi come l’ansia o la depressione, aiutare a innescare la creatività, migliorare le comunicazioni tra i pazienti e molto altro ancora.

Gli esperti di musicoterapia affermano che le sessioni possono aiutare a “raggiungere il miglioramento globale del benessere personale” senza fare affidamento sui farmaci che alterano la mente.

Cos’è la musicoterapia?

note musicali con cuori

La musicoterapia si basa sull’improvvisazione della musica da parte di un terapeuta e di un paziente, a volte eseguita in uno scenario individuale, ma altre volte in gruppi. Ci sono due rami principali di MT: attivo e passivo. La MT attiva implica l’interazione tra terapeuta e paziente molto più della MT passiva, in cui il paziente è di solito a riposo e deve limitarsi ad ascoltare il terapeuta.

Con la terapia passiva, il terapeuta suona musica rilassante e invita il paziente a visualizzare immagini pacifiche e a riflettere sul loro dialogo interiore, sentimenti e sensazioni. Nella maggior parte delle sedute di musicoterapia attive, il terapeuta e i pazienti lavorano insieme usando sia gli strumenti che le loro voci e talvolta i corpi (come per ballare o allungare).

L’uso di strumenti in MT serve per coinvolgere il maggior numero di organi sensoriali possibile, incorporando tatto, vista e suono. In entrambi i tipi di MT, le componenti ritmiche e melodiche della musica vengono manipolate in modo che funzionino come stimoli per aiutare a scoprire e lavorare attraverso determinate emozioni, come tristezza, dolore, frustrazione, solitudine, gioia, gratitudine, ecc.

Come la musica influenza il cervello e il corpo:

corpo umano in traparenza

Come funziona la musicoterapia per alleviare lo stress, ridurre la depressione e contrastare esattamente gli altri stati mentali negativi? La ricerca suggerisce che alcuni dei principali modi in cui la MT può aiutarti a sentirti meglio o addirittura ridurre la necessità di usare farmaci da prescrizione, come farmaci tranquillizzanti o ipnotici comunemente prescritti per la perdita o l’ansia cognitiva, includono l’aumento:

  • accettazione di sé

  • auto-consapevolezza

  • stimolazione della parola

  • un senso di appartenenza

  • miglioramento della comunicazione e delle relazioni con gli altri, entrambi altamente legati alla felicità

Secondo un articolo, pubblicato su Spiritualità e Salute, mentre la musica è stata utilizzata per migliaia di anni a causa delle sue capacità di guarigione, il forte sostegno scientifico all’uso della musica come terapia di guarigione professionale è decollato nei primi anni 2000.

Nel 2004, la Fondazione Robert Wood Johnson ha pubblicato un rapporto basato su 600 studi che dimostrano che l’uso del suono e della luce manipolati possono avere un effetto rilevante sulla buona e veloce guarigione dei pazienti. Da quel momento, sempre più ospedali e altre strutture, come il Good Samaritan Medical Center in Colorado, hanno incluso la musica tra i loro trattamenti per curare trauma, malattie comuni, la noia o l’irrequietezza tra i pazienti, l’esaurimento o  l’affaticamento surrenalico.

Fonte:https://draxe.com/music-therapy-benefits/