Le carenze di vitamina e minerali causano l’ansia e la depressione

Uomo disperato

L’ansia è una normale reazione allo stress. Quando i livelli di ansia sono fuori controllo o associati a depressione, affaticamento o altri sintomi, possono essere causati da una cattiva alimentazione. Le carenze di vitamine e minerali possono influenzare i livelli di energia, la salute del cervello e il suo equilibrio biochimico, causando o peggiorando l’ansia e la depressione.

Vitamina B-1 e produzione di energia

Come altre vitamine del gruppo B, la tiamina, vitamina B-1,  è cruciale per la produzione di energia ed è spesso indicata come vitamina “anti-stress”. Uno studio pubblicato su “Psychopharmacology” ha riportato che l’assunzione di 50 milligrammi di vitamina B-1 al giorno per due mesi ha contribuito a migliorare l’umore e la compostezza in soggetti che avevano già livelli adeguati di questa vitamina. Secondo il Medical Center dell’Università del Maryland, la dose giornaliera raccomandata per gli adulti è compresa tra 1,1 milligrammi e 1,4 milligrammi. La vitamina B-1 si trova in quasi tutti i cibi, in particolare nei cereali integrali e legumi.

Vitamina B6 e ormoni dell’umore

I messaggeri chimici, neurotrasmettitori, trasportano segnali per la normale funzione cerebrale e influenzano il modo in cui ci si sente e quando si dorme. La vitamina B-6 è essenziale nella produzione di serotonina e norepinefrina, due dei neurotrasmettitori che aiutano a regolare il tuo umore. Secondo il Medical Center dell’Università del Maryland, una grave carenza di questo nutriente può portare a irritazione, depressione, nervosismo, difficoltà di concentrazione e perdita della memoria a breve termine. Gli adulti richiedono da 1,3 a 2,0 milligrammi di vitamina B-6 al giorno derivante da alimenti come pollame, pesce, latticini, legumi, riso integrale, semi e cereali integrali.

Vitamina D e depressione

bicchiere con pillole

La vitamina D è conosciuta come la “vitamina del sole” perché la maggior parte delle persone è in grado di produrre una quantità sufficiente di questa sostanza nutritiva solo esponendo la pelle ai raggi UV del sole. E’, tuttavia, comune avere una carenza se si vive in una zona con poca luce naturale per gran parte dell’anno. Una ricerca pubblicata sulla rivista “Clinical Rheumatology” ha rilevato che le persone con ansia e depressione hanno frequentemente bassi livelli di vitamina D. Secondo il Linus Pauling Institute, è necessario assumere da 15 a 20 microgrammi di questa vitamina dalla luce solare, integratori o alimenti come pesce grasso, olio di fegato di pesce e latte.

Carenze minerali

cervello

Come le vitamine, i minerali sono nutrienti essenziali per una sana funzione cerebrale e producono neurotrasmettitori e ormoni che influiscono la salute mentale. Una recensione pubblicata su “Giornale Indiano di Psichiatria” rileva che lo zinco aiuta a proteggere le cellule cerebrali dai danni tossici e può anche migliorare l’efficacia dei farmaci antidepressivi. Il ferro è un altro minerale importante per la produzione di globuli rossi e per fornire ossigeno alle cellule. I bambini che hanno disturbi da deficit di attenzione o iperattività presentano il più delle volte carenza di ferro e bassi livelli sono anche legati alla depressione e all’affaticamento, in particolare nelle donne.

Fonte:https://www.livestrong.com/article/228171-the-best-anti-anxiety-depression-drugs/