L’apnea notturna nei bambini è legata ai dannosi cambiamenti del cervello

bimba che dorme

L’apnea notturna si verifica quando si sono ostruzioni nelle vie aeree che interferiscono con la respirazione durante il sonno. Il flusso d’aria può essere parzialmente bloccato o addirittura completamente interrotto. La respirazione disordinata del sonno, un problema comune, colpisce più della metà di tutti gli uomini e oltre un quarto delle donne. In modo preoccupante, sta diventando sempre più diffuso tra i bambini, in gran parte a causa delle diete alimentari e della mancanza di allattamento al seno. L’apnea notturna durante l’infanzia è stata collegata a mutazioni cerebrali avverse, che possono influenzare il comportamento e la cognizione. Le stime indicano che fino al 5% dei bambini è affetto da apnea notturna. Una percentuale ancora maggiore di bambini può essere soggetta a respirazione disordinata del sonno, caratterizzata da russamento, respirazione rumorosa o respirazione a bocca aperta durante il sonno.

Fortunatamente, ci sono modi per prevenire l’insorgenza di apnea del sonno e in primo luogo modi per affrontarlo senza dover ricorrere a qualche macchinario per la respirazione. L’apnea notturna e la respirazione disordinata del sonno sono correlati alla crescita subottimale della bocca, dei denti e del viso. Questo può essere prevenuto con l’allattamento al seno esclusivo, per almeno sei mesi dopo la nascita ed evitando particolari diete alimentari.

Se sei incinta, ti preghiamo di considerare l’allattamento al seno. Inoltre, assicurati di prestare particolare attenzione alla dieta del tuo bambino durante i suoi primi anni. Alcune semplici modifiche possono avere un incredibile impatto della loro capacità di respirare e dormire per tutta la vita. Se il tuo bambino ha già difficoltà a respirare, due alternative di trattamento offrono molte speranze: la terapia miofunzionale orale e imparare a respirare correttamente attraverso il naso da svegli.

I problemi respiratori possono esacerbare e promuovere altri problemi di salute

È importante non ignorare i problemi respiratori che i bambini potrebbero avere, poiché possono avere gravi ripercussioni sulla loro salute e rendimento scolastico. Questi disturbi respiratori non solo interferiscono con il sonno, ma promuovono anche cattive condizioni di salute e malattie croniche:

  • Ridurre la quantità di ossigeno nel sangue, che può compromettere la funzione degli organi interni e / o esacerbare altre condizioni di salute che potresti avere

  • Rallentamento o prevenzione della detossificazione critica del tessuto cerebrale, poiché il sistema di rimozione dei rifiuti del cervello, noto come sistema glicinfatico, funziona solo durante il sonno profondo

  • Distruzione del ritmo circadiano, con conseguente riduzione della produzione di melatonina e interruzione di altre sostanze chimiche corporee

  • Inibire il rilascio dell’ormone della crescita, impedendo una crescita e uno sviluppo ottimali

  • Aumentare il tono simpatico, causando problemi come bagnare il letto, sudorazione notturna, terrori notturni, sonno irrequieto e ansia

  • Interferire con il sonno profondo, contribuendo alla mancanza di attenzione focalizzata durante il giorno

Apnea del sonno nei bambini legata a difficoltà cognitive

Prevenendo il sonno profondo e ristoratore, riducendo l’ossigenazione e ostacolando la disintossicazione del cervello, l’apnea notturna può avere gravi conseguenze per il funzionamento mentale del bambino.

Secondo una recente ricerca, bambini con apnea del sonno mostrano cambiamenti cerebrali preoccupanti nelle aree coinvolte, come il pensiero e la risoluzione dei problemi. Queste aree sono risultate più piccole nei bambini con apnea notturna rispetto a quelli senza apnea notturnaStudi precedenti hanno scoperto che l’apnea notturna può produrre cambiamenti nel cervello causando la morte delle cellule nervose.

Gli studi hanno anche dimostrato che i bambini con apnea notturna tendono a lottare di più a scuola e peggiorano nelle arti linguistiche, matematiche e scientifiche rispetto a quelli che non hanno problemi di sonno o respirazione, segnando in media l’11% in meno nei test accademici. In questo ultimo studio, hanno usato la risonanza magnetica (MRI) per analizzare e confrontare il volume di materia grigia nei bambini con e senza apnea notturna.

La materia grigia è lo strato esterno del cervello, associato a funzioni cerebrali di alto livello come la risoluzione dei problemi, il linguaggio, la memoria, la personalità, la pianificazione e il giudizio. Infatti, i bambini con apnea del sonno hanno un volume di materia grigia sostanzialmente più basso di quelli senza apnea notturna. Paul Macey, direttore della tecnologia e dell’innovazione alla Los Angeles School of Nursing e uno degli autori dello studio, ha detto a Reuters: “Sembra davvero che ci sia un cambiamento nel cervello o che il cervello ne risenta”.

La principale autrice, la dott.ssa Leila Kheirandish-Gozal, direttrice della ricerca clinica del sonno pediatrica all’Università di Chicago, ha aggiunto: “Le immagini dei cambiamenti della materia grigia sono impressionanti. Non abbiamo ancora una guida precisa per correlare la perdita di materia grigia con specifici deficit cognitivi, ma c’è una chiara evidenza di danno o perdita neuronale diffuso rispetto alla popolazione generale. “

Successivamente, i ricercatori mirano a scoprire se il trattamento dell’apnea del sonno aiuterà i bambini a recuperare la piena funzionalità. Considerando ciò che ora sappiamo della plasticità cerebrale, è probabile che tuo figlio possa riprendersi completamente dopo aver iniziato a respirare e a dormire normalmente. La chiave è trattarla, idealmente arrivando alla radice stessa del problema, che spesso può essere ricondotto alle dimensioni e alla forma della cavità orale del bambino.

In che modo la dimensione e la forma della bocca possono contribuire all’apnea del sonno

bimbo obeso

L’obesità è un fattore comune che aumenta il rischio di apnea del sonno, una causa sempre più comune è legata a una bocca dalla forma errata e posizionamento errato della lingua.

Ciò è particolarmente vero per le generazioni più giovani allevate con latte artificiale e alimenti trasformati.

Il lavoro pionieristico del Dr. Weston Price ha mostrato come la dieta può influenzare l’intera bocca, ma la maggior parte delle persone non ha ancora capito questo effetto e come le dimensioni e la forma della cavità orale influenzano il posizionamento della lingua e la capacità complessiva di respirare correttamente.

Secondo il dottor Arthur Strauss, dentista e diplomatico dell‘American Board of Dental Sleep Medicine, le nostre bocche si sono progressivamente ridotte di generazione in generazione a causa della mancanza di allattamento al seno e di una masticazione insufficiente, combinata con una scarsa nutrizione infantile.

L’allattamento al seno aiuta effettivamente a espandere le dimensioni del palato del bambino, spostando la mascella in avanti, due importanti fattori che aiutano a prevenire l’apnea notturna, creando ampio spazio per la respirazione non ostruita.

Anche il posizionamento della lingua gioca un ruolo importante, come rivelato in uno studio del 2015 sui pazienti pediatrici. Il palato del neonato è morbido come un tamburo, e se gli diamo un ciuccio, un biberon o il bambino mette in bocca il pollice, il palato può deformarsi, rendendo più ridotte le vie respiratorie nasali, oltre a prevenire il capacità dei denti di spuntare normalmente.

Avere un frenulo linguale anormalmente breve, può comportare una ridotta crescita orofacciale nella prima infanzia, riducendo la larghezza delle vie aeree superiori. Le vie aeree superiori sono molto flessibili, quindi, aumenta il rischio di collassare durante il sonno. Lo studio ha scoperto che i bambini con un frenulo corto non trattato, sviluppavano una funzione della lingua anormale nei primi anni di vita, il che ha avuto un impatto anche sulla loro crescita orofacciale e ha portato alla respirazione disordinata durante il sonno.

I ricercatori suggeriscono che pediatri e otorinolaringoiatri debbano esaminare sistematicamente il frenulo linguale nei bambini che presentano problemi di aspirazione, difficoltà di linguaggio, russamento o altri problemi respiratori. Notano anche che mentre la rimozione del frenulo può essere utile, in genere non risolverà tutti i modelli anormali di respirazione, quindi la terapia miofunzionale orale, sia pre- e post-chirurgia, è raccomandata per ripristinare la normale respirazione attraverso il naso.

Cos’è la terapia miofunzionale orale?

La terapia miofunzionale orale è una forma di terapia muscolare facciale, che aiuta a rimodellare la cavità orale e promuovere il corretto posizionamento della lingua, della testa e del collo, alleviando in tal modo l’apnea notturna. Qui di seguito riportiamo un’intervista a Joy Moeller, uno dei massimi esperti in questa forma di terapia, sui numerosi benefici di questa terapia.

In una meta revisione di nove studi, che includevano un totale di 120 pazienti con apnea ostruttiva del sonno, la terapia miofunzionale orale ha ridotto la gravità dell’apnea notturna di circa il 50% negli adulti e del 62% nei bambini. Ti insegna anche a respirare attraverso il naso, con la lingua appoggiata al tetto della bocca. Questo è un aspetto importante della respirazione corretta a cui si riferisce anche il metodo di respirazione Buteyko. Strofinare e stringere i denti è un altro segno comune che indica che si può avere un disturbo del sonno e / o necessità di riaddestrare i muscoli oro-facciali. Più in particolare, la digrignazione dei denti è indicativa di un’ostruzione delle vie aeree superiori, che induce il corpo a compensare, tentando di muovere la mascella per aprire le vie aeree. Avere tutti i muscoli facciali e del collo per funzionare correttamente può fare una grande differenza in questo caso.

Respirare correttamente e mangiare cibo sano può anche ridurre l’apnea del sonno

zuppa di zucca

Il metodo di respirazione Buteyko, dal nome del medico russo che ha sviluppato la tecnica, è un altro approccio potente che può aiutare a ridurre l’apnea notturna. Imparando a respirare costantemente attraverso il naso, piuttosto che con la bocca, il volume della respirazione tornerà alla normalità. Ciò a sua volta consente un’ossigenazione ottimale di tessuti e organi, compreso il cervello.

Quando si tratta dei tuoi schemi di respirazione, anche la dieta può avere un suo ruolo. Gli alimenti trasformati, che tendono ad acidificare il sangue nel tentativo di mantenere il pH normale, ti faranno respirare più pesantemente e possono portare a un overbreathing cronico. La ragione di questo è perché l’anidride carbonica, che è nel sangue, aiuta a regolare il pH.

Oltre all’acqua, frutta e verdura crude hanno il minimo impatto sulla respirazione, seguita da verdure cotte. I pasti trasformati, iperproteici e ricchi di cereali hanno il maggiore effetto negativo sulla respirazione.

Le caratteristiche tipiche del sovra-respirazione includono la respirazione della bocca, la respirazione toracica superiore, il sospiro, la respirazione evidente durante il riposo e il fare respiri ampi prima di parlare. Se si riconoscono questi segni, suggerirei di dare un’occhiata al metodo di respirazione Buteyko, perché se non si respira correttamente durante la veglia, si ha un aumentato rischio di problemi respiratori durante il sonno.

L’importanza dell’allattamento al seno per uno sviluppo orale corretto

neonato col papà

Come accennato in precedenza, uno dei motivi per cui l’apnea notturna sta iniziando a influenzare un numero crescente di bambini piccoli potrebbe essere dovuto alla mancanza di allattamento al seno, che pone le basi per uno sviluppo anormale della bocca del bambino. Una dieta alimentare elaborata durante la prima infanzia aumenta ulteriormente i problemi creati da una cavità orale a forma irregolare.

Il dott. Kevin Boyd, dentista del Lurie Children’s Hospital di Chicago, che è un grande sostenitore dello svezzamento guidato dai bambini, ha confrontato i moderni regimi di alimentazione infantile con quelli che definisce regimi di alimentazione infantile “di tipo ancestrale” e le conseguenti differenze nella bocca e struttura ossea facciale. Si scopre che quando i bambini vengono nutriti nel modo in cui sono stati progettati per essere nutriti, stimola la struttura della bocca e delle ossa facciali a svilupparsi in modo ottimale.

Questo inizia con l‘allattamento al seno ESCLUSIVO, idealmente per i primi sei mesi, seguito da una graduale introduzione del cibo solido mentre si continua ad allattare. L’allattamento al seno dovrebbe continuare insieme ai cibi solidi per un MINIMO di un anno, secondo l’American Academy of Pediatrics e per un minimo di due anni secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS). I metodi alternativi di alimentazione per coloro che non possono allattare al seno, per qualsiasi motivo, sono tazze appositamente progettate.

Perché i biberon dovrebbero essere evitati

biberon

Secondo l’OMS e Boyd, nutrire un bambino da una tazza di dimensioni del succo è molto meglio che usare biberon con capezzoli sintetici. Posizionando il bordo della tazza con un piccolo arco tagliato per il labbro inferiore del bambino e mettendo un piccolo bolo di latte sulla lingua, incoraggerà i bambini a usare la loro anatomia orale in modo simile a come viene usata al seno.

Evitare la tentazione di usare una tazza con getto regolare in quanto scoraggerà la corretta funzione orale, incluso incoraggiare la lingua a riposare e il palato a formare la larghezza adeguata e sviluppare le vie respiratorie.

La ragione per evitare l’uso di un biberon è perché non consente l’aspirazione naturale che un bambino esercita sul seno. La minima pressione della lingua del bambino che spinge il capezzolo del biberon ricompensa il bambino con il latte, incoraggiando così un uso scorretto dell’anatomia orale.

Si presumeva che i bambini succhiassero il latte attraverso un movimento ondulatorio peristaltico, premendo il capezzolo contro il tetto della bocca. Ahimè, tutte queste supposizioni sono state ampiamente confutate dal rinomato ricercatore di allattamento, Donna Geddes, Ph.D. Un vuoto viene creato quando la metà della lingua del bambino scende, il che aiuta a spremere il latte dal seno. Successivamente, la parte anteriore della lingua del bambino spinge il capezzolo della madre all’interno, proprio dietro i due denti anteriori.

Questo movimento spiega perché l‘alimentazione ancestrale allarga la mascella e spinge in avanti sia la mascella superiore che quella inferiore. Spinge anche gli zigomi in mezzo alla faccia in avanti. Aggiungete a questi la lingua, le labbra e la guancia di solito non permettono al bambino di allattarsi normalmente.

Il movimento di succhiamento del seno agisce essenzialmente come un pistone che spinge verso l’esterno la metà del viso del bambino. Quando un bambino viene nutrito artificialmente, nulla di tutto ciò si verifica, risultando in una struttura facciale stretta e una mascella mal definita. Il palato anatomicamente scorretto e l’osso mascellare scarsamente allineato affollano anche i denti, causando denti storti.

Trattare alla radice l’apnea del sonno può migliorare la salute

Se sai o sospetti che il tuo bambino abbia apnea notturna, il primo passo sarebbe parlare con uno specialista del sonno qualificato, che possa aiutarti ad affrontare l’apnea notturna a livello di base.

A volte se le tonsille o le adenoidi sono grandi, il medico può raccomandare di rimuoverle. Tuttavia, se le funzioni di respirazione nasale, masticazione e deglutizione non sono corrette, le strutture potrebbero collassare di nuovo.

Mentre un CPAP può fornire sollievo dai sintomi, non risolve il problema ed è difficile da usare e pulire. Inoltre, una maschera sul viso e una rumorosa macchina a emissione di EMF vicino al letto difficilmente incoraggiano un sonno profondo e ristoratore. CPAP è raramente una soluzione soddisfacente a lungo termine per un bambino. Se il bambino è obeso, perdere peso potrebbe migliorare significativamente il problema. Se l’apnea notturna è correlata alla posizione della lingua o della mandibola, i dentisti esperti possono progettare un apparecchio orale personalizzato per espandere il palato e portare avanti il ​​viso per affrontare il problema. Questi dispositivi funzionano molto meglio quando la terapia miofunzionale è incorporata nel piano di trattamento.

Per gli adulti, questi dispositivi includono dispositivi di riposizionamento mandibolari, progettati per spostare la mascella in avanti. Altri aiutano a tenere la lingua in avanti senza muovere la mascella. La terapia miofunzionale può aiutare a rendere gli apparecchi più confortevoli e prevenire i problemi temporali dell’ articolazione mandibolare (TMJ).

L’approccio con l’apparecchio orale è stato riconosciuto come parte dello standard di cura per l’apnea del sonno dal 1995 circa, e gli apparecchi orali sono generalmente raccomandati come trattamento di prima linea per apnea notturna lieve o moderata negli adulti. Una fonte in cui è possibile trovare uno specialista del trattamento familiare con apparecchi orali è l’American Academy of Dental Sleep Medicine.

Fonte:https://articles.mercola.com/sites/articles/archive/2017/04/06/sleep-apnea-in-children.aspx